Crea sito

20° edizione del  MILLET TOUR DU RUTOR EXTREME

Risultato immagini per tour du rutor 2020 LOGO
Millet Tour du Rutor Extrême 2020

26 • 27 • 28 • 29 Marzo 2020
ARVIER VALGRISENCHE e LS THUILE- Valle d’Aosta – Italy

www.tourdurutor.com

Si tratta di una manifestazione sportiva di scialpinismo internazionale, tra le più importanti e spettacolari del circuito alpino.
Volano per la promozione del territorio e dell’enogastronomia locale.
Si svolge nei comuni di Arvier, Valgrisenche e La Thuile.
Durante i giorni di manifestazione viene allestito il Moutain Village, fiera di settore con presenti importanti marchi dedicati all’outdoor. Importante anche il settore “salute e benessere” con la presenza di fisioterapisti e podologi delle più importanti università del nord Italia che assistono gli atleti (gli studenti ottengono crediti formativi).

La manifestazione inoltre è legata a due associazioni di volontariato:

** Parent Project aps –  www.parentproject.it  (vuole sensibilizzare  alla  ricerca  di  una  cura  per  la  distrofia  muscolare  di  Duchenne)
e

**Sanonani House (orfanotrofio in Nepal, fondato da alcuni alpinisti valdostani)  Sanonani House
 è una realtà, che offre ai bimbi più bisognosi un luogo accogliente in cui vivere, pasti regolari, abiti caldi e un’adeguata istruzione .
http://www.sanonani.house/progetto.html

  • §§§

La 20^ edizione del Millet Tour du Rutor Extrême, la competizione internazionale di sci alpinismo a cadenza biennale inserita nel circuito internazionale de La Grande Course ,

 

  È  STATA PRESENTATA   giovedì   27  FEBBRAIO  2020 presso  lo Skyway Monte Bianco a  Courmayer  alla presenza   del  direttore  tecnico,  l’alpinista  e  guida  alpina, Marco Camandona, Mauro  Lucianaz sindaco  di   Arvier,  Riccardo  Moret sindaco  di  Valgrisenche,  Barbara  Frigo vicesindaco de  La  Thuille, Renzo Testolin  Presidente  della  Regione  Valle  d’Aosta,  e Alberto  Chatrian Assessore  regionale  all’ambiente Risorse  naturali e Corpo  forestale.

Il Millet Tour du Rutor Extrême che si disputerà dal 26 al 29 marzo 2020, è una tra le più spettacolari e moderne gare a coppie sci alpinistiche a cadenza biennale e si disputeranno in Valle d’Aosta tra i comuni di Arvier, Valgrisenche e La Thuile.

Nato ufficialmente nel 1933 sul ghiacciaio del Rutor, versante di La Thuile, ha poi trovato la sua definitiva collocazione nel cuore della Valgrisenche. Dopo diversi anni di stop, il Tour du Rutor rinasce nel 1995 per volontà dello Sci Club Corrado Gex di Arvier e di alcuni giovani appassionati di alpinismo. Dopo diversi anni di stop, il Tour du Rutor rinasce nel 1995 per volontà dello sci club Corrado Gex di Arvier e di alcuni giovani appassionati di alpinismo.

La manifestazione  è organizzata dallo Sci Club Corrado Gex di Arvier, sotto la direzione tecnica dell’alpinista e guida alpina Marco Camandona. E resa possibile grazie al contributo della Regione Autonoma Valle d’Aosta, delle amministrazioni comunali di Arvier, di Vlagrisenchee, di La Thuile e di numerosi sponsor privati.

Dopo un’attenta selezione, da parte del comitato organizzato, che ha vagliato il curriculum sportivo di ogni singolo atleta, sono state ammesse trecento squadre (di cui 19 femminili) provenienti da 18 nazioni: Germania, Andorra, Austria, Belgio, Canada, Spagna, Stati Uniti, Francia, Grecia, Italia, Messico, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Regno Unito, Slovacchia, Svezia e Svizzera.

A giocarsi il successo in questa storica 20ª edizione saranno gli azzurri del Cs Esercito Matteo Eydallin – Nadir Maguet con i vincitori di Pierra Menta Didier Blanc – Valentine Favre. Attenzione anche al binomio austro italiano composto da Jakob Herrmann – William Boffelli. Ruolo di outsider per l’esperto Filippo Beccari che, per l’occasione, correrà al fianco del talentuoso atleta di casa Henri Aymonod. A caccia di un posto nella top five anche gli altoatesini Alex Oberbacher – Martin Stofner. Sempre protagonisti anche i ragazzi di casa Stefano Stradelli – Francois Cazzanelli.

Nella gara in rosa sfida Svezia – Italia con Fanny Borgstrom – Emelie Forsberg che se la dovranno vedere con Elena Nicolini – Martina Valmassoi. In lizza per un posto sul podio anche le francesi Valentine Fabre – Ilona Chavailaz e le spagnole Marta Riba – Nahai Quincoces.

Tanta passione organizzativa, numerosi eventi collaterali di valorizzazione del territorio e delle sue ecellenze agroalimentari, questi gli ingredienti del TDR, appuntamento scialpinistico tra i più attesi della stagione.

 

A tutti gli atleti sarà consegnato il “pacco gara” che per l’edizione 2020 è veramente ricco e consta tra l’altro di un capo Millet della collezione dedicata alla ventesima edizione del Tour du Rutor Extrême.

L’organizzazione ha sempre puntato anche sulla presenza del pubblico lungo il percorso di gara e, come per le passate edizione, sono confermati oltre 500 “gadget spettatori” che anche in questo caso saranno offerti dal main sponsor e verranno distribuiti nelle apposite fan zone.

L’ultima edizione del 2018 ha visto la partecipazione di 704 concorrenti da 18 differenti nazioni, di cui 300 équipe maschili, 22 femminili e 30 squadre giovanili. “Nel 2020 l’edizione sarà la ventesima – afferma il direttore tecnico Marco Camandona – e prevederà quattro giorni di gara con 9500 m di dislivello positivo, 105 km di fuoripista, 60 km di salita, 45 km di discesa, 6 km di creste aeree il tutto in totale sicurezza. Inoltre durante ogni tappa gli atleti saliranno oltre i 3000 metri di quota”.

Il Millet Tour du Rutor Extrême fa parte de La Grande Course, il circuito delle gare più belle e prestigiose dell’arco alpino e dei Pirenei.
Circuito nel quale spiccano Pierra Menta, Trofeo Mezzalama, Patrouille des Glaciers, Adamello Ski raid e Altitoy Ternua (che si svolge nei Pirenei).
Oggi come 84 anni fa, per gli amanti di sci e pelli di foca, neve fresca e creste aeree, quella valdostana è una gara assolutamente da non perdere. Il Tour du Rutor, vista l’estrema tecnicità del percorso, non è una gara per tutti.
 La severità dei suoi percorsi, le emozioni che sa regalare, la maniacale attenzione con la quale l’organizzazione cura ogni singolo dettaglio, hanno contribuito a renderlo mitico.

Per lo spettacolo che le tappe sanno regalare, per l’altissimo livello degli atleti in gara e per i premi che il comitato organizzatore mette in palio nelle apposite aree supporter, il Tour du Rutor merita non solo di essere corso, ma anche seguito.

Gli atleti concorrono in quattro categorie in squadre da due elementi (maschile e femminile): Senior (under 21), Master (over 22), Junior (18/20 anni) e Cadetti (15/17 anni).

Sono ammesse coppie miste sia per categorie sia per sesso. Un circuito di importanza mondiale per gli atleti professionisti ma che riserva particolare attenzione anche alle categorie giovanili.

 Sei gare con percorsi specifici per la categoria cadetti (15-16-17 anni) e per la categoria junior (18-19-20 anni).

Un circuito di vero scialpinismo appositamente studiato per i giovani, con tracciati in ambiente, con passaggi alpinistici di vera montagna, canali e creste.

 Montagne spettacolari, discese in powder, briefing e fotografi dedicati. Un’opportunità unica per individuare i futuri campioni di domani.

Numerose anche le attività collaterali che prevedono tra l’altro il contest fotografico “PhotoAlpArvier” e il Mountain Village, una vera e propria fiera di settore nel cuore di Arvier, in occasione dei giorni di gara scialpinistica griffata Sci Club Corrado Gex, con la presenza di numerose aziende del settore outdoor; un vero e proprio punto di incontro per atleti e appassionati, un’occasione per conoscere e toccare con mano tutte le novità del mercato.

Sport e turismo ecosostenibile sono le caratteristiche di questa manifestazione promossa e animata dall’inesauribile energia di uomini e donne dello Sci Club Corrado Gex, di guide alpine e volontari che da tre generazioni lavorano per rendere ogni edizione unica e per promuovere il territorio alpino nel mondo, un’etica della montagna e una filosofia legate al concetto di squadra, secondo i profondi valori trasmessi dagli ideatori di questo spettacolare evento. Per maggiori informazioni: www.tourdurutor.com

Il Millet Tour du Rutor Extrême e il fumetto dedicato realizzato dalla Scuola Holden .La realizzazione del fumetto vuole ricordare e celebrare un lungo cammino di oltre 20 anni.

La collaboraziona con le università :
Anche per il 2020, grazie alla collaborazione con il Dott. Lorenzo Visconti, è stato siglato nuovamente un accordo con la rete di Fisioterapisti e Consulenti multidisciplinari in ambito sportivo, medico, riabilitativo residenti o con sede dello studio libero-professionale in Valle d’Aosta (facenti capo al Protocollo d’intesa con studi Fisioterapici di montagna) e le seguenti università: UPO (Università del Piemonte Orientale), SUPSI (Scuola Universitaria per la Svizzera Italiana), Unito (Università di Torino).
In questa edizione sarà approfondita la tematica relativa della “Gestione clinica dei dolori muscolari a insorgenza ritardata (DOMS)”.

Il Mountain Village, fiore all’occhiello della manifestazione. Giunto alla 5° edizione, allestito presso l’area verde del comune di Arvier, è un vero e proprio punto di incontro per atleti e appassionati di outdoor e montagna. Il luogo in cui le aziende hanno modo di promuovere e far conoscere i prodotti e le novità del mercato, come nel caso di ATK che fonirà consulenza tecnica e assistenza gratuita a tutti gli sci da “sci alpinismo” con il loro servizio ATK Service on tour. Sempre nella stessa area, è allestito un piccolo studio televisivo per la WEB TV, dove nel pomeriggio, viene trasmesso una sorta di “Processo alla tappa”, in diretta streaming sul sito ufficiale e sui canali social dalle ore 17, con la conduzione del giornalista sportivo Silvano Gadin.

PhotoAlpArvier 2020 – Il concorso fotografico legato al Millet Tour du Rutor Extrême 2020
Lo Sci Club Corrado Gex organizza il Concorso Fotografico PhotoAlpArvier 2020, finalizzato alla valorizzazione e alla promozione del Millet Tour du Rutor Extrême 2020,

Per maggiori informazioni: www.tourdurutor.com
Per informazioni di natura tecnica: [email protected]
Per informazioni relative al pernottamento: [email protected]

                                 ORNELLA  TORRE